★ Ariel Art Nouveau ~ ω.ι.ρ


Anno 2015 : nel mio solito peregrinare su internet in cerca di idee per la Festa dell’Unicorno, mi sono capitate davanti le illustrazioni “Disney Ariel Art Nouveau” di Hannah Alexander ed è stato subito ammore.

Presa dalla solita foga cre….ativa mi sono armata di smalti, foam & gemme varie e gettata alla velocità della luce su diadema, decori e gioielli, al grido di “chi prima inizia…” ( le ultime parole famose ….. ∂_∂ ).


Collana : per il ciondolo ho preferito alla Littorina il guscio di una simpatica Astrea, molto piu’ irregolare e di effetto, che ho decorato e montato su un doppio filo di perline nei tre colori presenti nell’abito : verde, oro e bianco.


(click on any image thumbnail to enlarge)


Diadema : l’improvviso trauma da scomparsa (ノಠ益ಠ)ノ di ogni tipo di conchiglia decorativa -da tutti i negozi della città- è stato superato sacrificando la mia collezione, creata in eoni di minuziosa ricerca giovanile in spiaggia.

Cosi’ le care conchiglie sono state forate a piu’ riprese (io non incolloio cucioforte!!), smaltate, decorate ed applicate sul vestito/rete/strascico.

La Stella e la Cardium presenti nel diadema sono state realizzate con un leggerissimo foglio di foam, poi unite ad un gruppetto di gigli decorati, vari fili di perline e gemme.
Il tutto è stato infine montato su una passata di lega, di modo da essere comodamente applicato alla parrucca.


(click on any image thumbnail to enlarge)


Abito : primo ostacolo : il disegno originale presentava un balconcino composto da due conchiglie e le spalle scoperte, ma per il mio fisico -e soprattutto per il peso della parte inferiore dell’abito- non conciliavano con la mia concezione di comodità (aka potersi muovere liberamente ∂_∂) ed è quindi stato modificato, togliendo entrambe le conchiglie ed aggiungendo due spalline decorate a supporto.

Secondo ostacolo : la “coda“. Dopo 1000 tentativi per farla schizzare senza metterci un sottogonna (con il caldo divento poco propensa a sopportare cinghie o ammennicoli fastidiosi) mi sono arresa ad uno strato rigido di rialzo, dal ginocchio in giu’. Non è stata una gran pacchia per i movimenti, ma ha sortito l’effetto desiderato. Certo… ha anche aumentato il mio “grandiiiissimo amore” per le code a sirena. ¬ヘ¬
Il ricamo originale è stato infine riprodotto a mano, con una tinta glitter dorata e varie conchiglie smaltate e coperte di gemmine, con l’aggiunta tutto intorno alla coda di vari fili di perle e gemme trasparenti che simulano la spuma delle onde, alzandosi di scatto ad ogni passo (si’ ok…ringraziamo quel tormento di sottogonna che permette questo effetto)


(click on any image thumbnail to enlarge)


Manicotti : ribattezzati “le medusine” per la loro forma, sono stati decorati con una miriade di perline ♥. Causa doppio strato, rigonfiamento etc sono stati la parte piu’ lunga da fare, di tutto l’abito.

Tre giorni, stimaledetti!! φwφ

Rete : pezzo completamente inventato, ma molto brillante, è composta da semplice tessuto blu a rete ricolorato di beige, decorato con varie conchiglie, cucite una ad una con filo da pesca “antistrappo” (per rimanere in tema) e poi fissato sullo strascico della coda.


Abito realizzato complessivamente in ca 5 giorni e qualche oretta notturna e stranamente sopravvissuto a tre fiere e vari pestoni…ᕕ( ᐛ )ᕗ


(click on any image thumbnail to enlarge)